venerdì 26 luglio 2013

Torta Angel Food con scaglie di arancio e cioccolato


Ciao a tutti! Oggi vi porto una ricetta per quelle sere che soffia abbastanza brezza da lasciarci accendere il forno...ma non troppo pesante o burrosa da buttare al vento tutti gli sforzi fatti per entrare nel bikini!


ANGEL FOOD CAKE WITH ORANGE AND CHOCOLATE FRECKLES
 (adattata da Vintage Cakes di Julie Richardson)

120g di farina
120 g di zucchero a velo
12 chiare d'uovo a temperatura ambiente
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di cremor tartaro
250g di zucchero semolato
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
la scorza grattugiata di un'arancia
85g di cioccolato fondente finemente grattugiato

In una ciotola uniamo la farina con lo zucchero a velo, quindi li passiamo al setaccio per 3 volte (armate di santa pazienza!). Nel contenitore della planetaria montiamo le chiare con il sale a velocitá media, finché non saranno abbastanza ferme e spumose. Aggiungiamo il cremor tartaro e aumentiamo la velocitá. Aggiungiamo poco alla volta lo zucchero semolato e continuiamo a sbattere finché le chiare non formeranno dei picchi ben fermi. Diminuiamo la velocità e uniamo la vaniglia e l'arancia grattugiata. A mano e con l'aiuto di una spatola cominciamo ad aggiungere la farina setacciata con lo zucchero a velo, incorporandola dolcemente alle chiare per non farle smontare. Insieme all'ultima parte di farina aggiungiamo anche il cioccolato grattugiato. Versiamo la preparazione in una tortiera non imburrata (se avete uno stampo da angel food, di quelli con le zampette, ancora meglio ovviamente...io non ce l'ho e mi sono arrangiata)! Inforniamo a 180 gradi per circa 40 minuti, finché la torta non sarà dorata in superficie e all'infilarci uno stecchino questo non esca pulito. Tiriamo fuori dal forno e capovolgiamo la torta su di una grata (a questo servono le zampette degli stampi da angel food...ma in loro assenza potete aiutarvi con delle tazze capovolte) e lasciamo freddare cosí, a testa in giù. Una volta fredda, estraiamo la torta dallo stampo passando un coltello o una spatola lungo il bordo. Gli angel food si servono di solito senza nessuna copertura, al massimo si accompagnano con panna montata e frutta fresca...io nel mio caso l'ho semplicemente spolverato con dello zucchero a velo.


Il risultato é una torta sofficissima che risulta molto leggera grazie alla grande quantitá di aria che si incorpora al montare le 12 chiare! Non contiene né olio né burro...e la combinazione di arancia e cioccolato le da un sapore delizioso! Spero che vi piaccia!
Mil besos!
Sara

martedì 23 luglio 2013

Pink Ruffle Cake senza coloranti...per il nostro post-wedding picnic!

Ruffle cake o torta arricciata, che dir si voglia, io da quando ho visto questa tecnica su internet non faccio che pensarci e ripensarci...e alla fine ho incontrato la scusa perfetta per mettere alla prova la mia (limitata) destrezza con la sac-a-poche e cimentarmi nella mia prima ruffle cake! E la scusa é il festeggiamento del mio matrimonio con gli amici di Madrid!



Abbiamo organizzato questa ri-festa di matrimonio due settimane dopo le vere nozze, che sono state celebrate in Italia e a cui molti amici che vivono in Spagna non hanno potuto assistere. E per l'occasione abbiamo organizzato un delizioso picnic nel nostro amato parco Dehesa de la Villa. Premetto che io e mio marito siamo dei mega-fan dei picnic, attivitá non molto di moda tra gli spagnoli che la ritengono un po' troppo "da turista"...ma a noi che ci importa, tanto siamo stranieri e possiamo sempre passare per romani in vacanza, no? Pensate che adoriamo cosí tanto le feste semplici all'aria aperta che anche il ricevimento del nostro matrimonio (quello ufficiale!) é stato in tema picnic, nel parco di un bellissimo casale in Toscana...ma questa é un'altra storia, per ora!

Ora veniamo alla ricetta del buttercream di meringa svizzera al lampone che ho utilizzato per decorare la mia ruffle cake e che risulta ideale, per la sua consistenza sostenuta ma anche soffice, per questo tipo di decorazione. Ci tengo a sottolineare che sono i lamponi freschi che danno il colore rosa alla crema, e che nessun colorante é stato usato per la realizzazione di questa torta! La ricetta é di Julie Richardson, estratta dal suo libro Vintage Cakes!

BUTTERCREAM DI MERINGA SVIZZERA AL LAMPONE

6 chiare d'uovo
1 tazza e 1/4 di zucchero (250 gr)
1/4 di cucchiaino di cremor tartaro (1,5 gr)
2 tazze di burro a temperatura ambiente tagliato a pezzettini (450 gr)
2 cucchiaini di estratto di vaniglia (10 ml)
1 pizzico di sale fino
4 tazze di lamponi freschi (circa 300 gr)

Con l'aiuto di un frullatore o minipimer, frulliamo i lamponi che poi setacceremo usando un colino per eliminare i semini. Mettiamo da parte il puré di lamponi cosí preparato. Nel recipiente della nostra planetaria (o la ciotola che usate per le fruste elettriche) battiamo a mano le chiare, lo zucchero e il cremor tartaro. Disponiamo il contenitore su un pentolino con acqua in ebollizione (il classico bagnomaria) facendo attenzione che il fondo non sia in contatto con l'acqua. Mescoliamo continuamente finché il composto non risulterá fluido e moldo caldo al tatto (55 gradi se avete un termometro da cucina). Trasferiamo il recipiente nella planetaria e battiamo a velocitá medio-alta finché le chiare non avranno triplicato il loro volume. Quindi diminuiamo la velocitá e continuiamo a battere durante alcuni minuti, finché le pareti della ciotola non risulteranno fredde al tatto. Aumentiamo di nuovo al massimo la velocità e cominiciamo ad unire il burro, un pezzetto per volta (non preoccupatevi se il buttercream comincia ad avere un aspetto strano e sbricioloso a questo punto...é normale, andate avanti con fede!). Quando tutto il burro si sará incorporato e il buttercream risulterá cremoso e soffice aggiungiamo il puré di lamponi precedentemente preparato, la vaniglia e il sale, e mescoliamo bene per ottenere un composto omogeneo. E cosí avremo ottenuto il miglior buttercream per la nostra ruffle cake! Realizzare i ricci della decorazione é piú facile di ció che puó sembrare, basta un beccuccio per petali, che useremo con la parte larga verso la torta, e un pó di manualitá per fare zigzag partendo dal basso verso l'alto! Per un piú dettagliato passo-a-passo fotografico vi rimando al mitico blog di Alma (che almeno qui in Spagna é ormai una celebrità). Anche se é in spagnolo, le sue belle foto parlano da sole!

Ora vi lascio, con qualche foto in piú del nostro grazioso picnic! Grazie a Cris che in quest'occasione ci ha fatto da fotografa (oltre ad aver portato una tortilla da leccarsi i baffi)!!! 

Coperte per sedersi sul prato, posatine di legno, contenitori take-away ecologici e personalizzati
...e tanti piatti internazionali portati dai nostri ospiti...yummy!!!
Bandierine di tele stampate giapponesi fatte a mano dai novelli sposi...e tanta bella gente!
Grazie a tutti quelli che hanno partecipato!

PS: per i curiosi...la torta era composta da tre strati di pan di spagna alla vaniglia farciti con crema pasticcera e frutti di bosco...gnam!!!

Muchos besos!
Sara

venerdì 12 luglio 2013

mercoledì 10 luglio 2013

Muffins banana e burro di arachidi (per chi, come il mio maritino, non teme la prova costume)

Torno a scrivere su queste pagine dopo una lunga assenza, dovuta prima ai preparativi, poi ai festeggiamenti, quindi al metabolismo, dell'evento piú bello della mia vita, e del quale vi ho giá accennato nel precedente post! Quindi adesso faró un bello sforzo per evitare di dilungarmi in tutti i meravigliosi romanticissimi dettagli del nostro matrimonio di cui non smetterei mai di parlare, e bando alle ciance vi presento una nuova ricetta...una delle preferite del mio novello sposo, che é un goloso di burro di arachidi (a discapito della tendenza all'acne, ma che importa, cosí sembra ancora piú giovane...ahhhh l'amore!!! ;))!

PEANUT BUTTER AND BANANA MUFFINS
175 gr farina
2 cucchiaini di lievito in polvere
1/2 cucchiaino di bicarbonato
125 gr di burro a temperatura ambiente
150 gr di zucchero di canna
2 uova grandi
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
275 gr di banane molto mature, sbucciate e schiacciate con la forchetta
150 gr di gocce di burro di arachidi (peanut butter chips)

Per decorare:
100 gr di zucchero a velo
20 gr di gocce di burro di arachidi


In una ciotola (possibilmente quella della vostra planetaria) montiamo bene il burro con lo zucchero, aggiungiamo un uovo alla volta, quindi uniamo la vaniglia e la banana. Cominciamo quindi ad incorporare gradualmente gli ingredienti secchi (farina, lievito e bicarbonato). Infine aggiungiamo a mano le gocce di peanut butter...semplicissimo!
Collochiamo le capsule per muffin negli appositi stampi, le riempiamo fino a circa 2/3 con l'impasto preparato e inforniamo a 160 gradi per 15-20 minuti, finché i nostri muffin non supereranno la prova stecchino! Li lasciamo raffreddare leggermente nello stesso stampo, quindi li trasferiamo su una grata. Quando saranno completamente freddi potremo decorarli con una glassa preparata sciogliendo lo zucchero a velo in poca acqua (aggiungerla goccia a goccia!) e con qualche goccia di peanut butter!


Golosissimi...per gli amanti del tocco salato del burro di arachidi! E dedicati in modo speciale al mio assaggiatore ufficiale! Love, love, love!!! :D